mercoledì 6 aprile 2011

Nuovo tesseramento nazionale per la FIAB

E' stato eletto il Consiglio Nazionale della FIAB per il prossimo biennio nel corso dell'assemblea nazionale tenutasi a Modena il 2 e il 3 aprile scorsi.

Il mestrino Antonio Dalla Venezia è stato riconfermato per il terzo mandato consecutivo alla Presidenza della Federazione Italiana Amici della Bicicletta, che ormai supera i 14.000 iscritti con circa 130 associazioni in tutte le regioni italiane.

All'assemblea nazionale FIAB hanno preso parte 49 associazioni (il 42% del numero totale di associazioni federate) che esprimono 142 voti (60 % dei voti a disposizione) e rappresentano 10.134 soci (76 % del numero dei soci per i quali viene calcolata la rappresentatività in assemblea).

Nel corso dei lavori presieduti dal Presidente dell'Associazioni Fiab di Modena, Giuseppe Amorelli, è stato assegnato come tradizione il riconoscimento nazionale di “amico della bicicletta” a persone che si sono contraddistinte per il loro operato. Quest'anno il premio è stato riconosciuto a

  • arch. Roberto Ori della Provincia di Modena, per i numerosi progetti legati alla promozione della ciclabilità, la realizzazione di ciclo-guide e di tutte le altre attività istituzionali che hanno contribuito ad accrescere l'uso della bicicletta nel territorio modenese;
  • prof. William Garagnani di Modena, per aver fondato all'inizio degli anni '80 l'Itineroteca Emilia Romagna, servizio che è stato ed è tuttora di fondamentale importanza per la promozione del ciclo-escursionismo didattico;.
  • Gianni Stefanati di Ferrara, ideatore e responsabile del primo Ufficio Biciclette di un Comune italiano, per il suo impegno a fare entrare la mobilità ciclistica nelle politiche di “buon governo” locale.

I delegati hanno pure approvato con 139 voti favorevoli e 3 astenuti il tesseramento nazionale per tutti i soci FIAB. Una decisione strategica per il futuro della FIAB Di che si tratta?

Lo chiediamo al Presidente della FIAB Antonio Dalla Venezia. Che dichiara: "E' stato il tema principale dell'assemblea di quest'anno. La proposta approvata praticamente all'unanimità si propone di tutelare e riconoscere a tutti i soci gli stessi diritti. La cosa più evidente sarà la nascita di un data base nazionale, non gestionale, che permetterà alla FIAB un rapporto diretto con i soci".

Perché è necessario un rapporto di questo tipo? "Perché è utile che tutti i soci - prosegue Dalla Venezia - abbiano le informazioni sulle iniziative nazionali, sulle campagne, sulle posizioni ufficiali della FIAB sui vari temi, sui risultati raggiunti, sui materiali prodotti, sulle pubblicazioni. Abbiamo bisogno che i 14 mila soci, e molti di più un indomani, siano consapevoli delle opportunità che possono cogliere e al tempo stesso siano altrettanto consapevoli del lavoro che ci sta dietro, dell’impegno che vien profuso sia localmente che a livello nazionale. Abbiamo bisogno di alzare la qualità delle nostre proposte e di intercettare le risorse ideale di ciascuno di noi. Solo così potremo affrontare le sfide che abbiamo davanti, con un soggetto coeso che sia convinto, che abbia l’ambizione di poter cambiare le nostre città e il nostro paese. Nessuno di noi ha più voglia di fare testimonianza, di lasciare sul terreno solo piccoli segni del nostro passaggio".

Come accennato l'assemblea ha votato il Consiglio Nazionale per il biennio 2011-2012.

Ma chi sono gli eletti alle cariche sociali che affiancheranno il Presidente?

Comporranno il Consiglio Nazionale:

Marco Passigato (Verona), Pina Spagnolello (Lodi), Stefano Gerosa (Mestre),Romolo Solari (Genova),Giacomo Scognamillo (Palermo), Antenore Vicari (Torino), Massimo Cerioni (Chiaravalle, AN), Giulietta Pagliaccio (Melegnano, MI), Gigi Astolfi (Reggio Emilia), Antonella Vial (Padova), Valerio Parigi (Firenze), Mariella Berti (Milano), Giorgio Ceccarelli (Genova), Germana Prencipe (Mestre), Mauro Destino (Mesagne, BR), Marco Gemignani (Roma).

Risultano non eletti Umberto Rovaldi (Parma), Attilio Pellarini (Pordenone), Paolo Fabbri (Verona), Eugenio Galli (Milano), Gianfranco Fantini (Reggio Emilia), Doretta Vicini (Milano).

Sono stati inoltre votati quali probiviri: Angelo Mainetti (Bergamo), Domenico Schiattone (Roma), Angelo Velatta (Perugia). I revisori sono invece Marco Celentano (Palermo), Enrico Eula (Torino) e Antonella Longo (Roma).

Diversi gli interventi e le mozioni discusse dai delegati FIAB. Ma non solo.

Sollecitata dalla prossima scadenza referendaria sull'energia nucleare e sull'acqua pubblica del 12 e 13 giugno prossimi, l'assemblea di Modena dei delegati FIAB ha approvato un ordine del giorno con cui, "considerato che le prospettive di sviluppo della mobilità ciclistica appaiono fortemente condizionate dalle scelte di politiche della mobilità, urbanistiche, ambientali, di tutela del paesaggio e governo del territorio e che lo sviluppo della mobilità sostenibile implica scelte orientate alla riduzione dell’impronta ecologica e all’uso razionale delle risorse, ritiene che la Federazione e le associazioni ad essa aderenti possano, coerentemente con la propria missione, esprimersi sulle questioni che investono gli ambiti sopra richiamati, anche attraverso alleanze con altri soggetti associativi e centri di competenza e raccomanda ai propri soci ed a tutti i cittadini di esprimersi, con il proprio voto, nella prossima consultazione referendaria".


Tutte le notizie

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved