Pista ciclabile di via Magellano

Problema: disponendo di una strada larga,  poco trafficata e con scarse esigenze di parcheggio, dove fare la pista ciclabile? Se lo domandassimo ai tecnici del comune di Firenze la risposta sarebbe "sul marciapiede"! Già perché così è stato fatto in via Magellano, a Firenze Nova. La pista è quella che dovrà collegare la stazione di Rifredi al parco delle Cascine, compresa nel lotto di 18 km programmato per fine 2002. Siamo al 2003, ma non ci formalizziamo certo per qualche mese di ritardo; semmai sottolineiamo come il tratto in costruzione (da via Panciatichi a viale Guidoni), è pressoché inutile fino a che non sarà terminato l'intero percorso. La pista adesso "muore" all'incrocio fra via Maddalena e viale Guidoni proprio di fronte all'immenso cantiere dell'area ex-Fiat (al cui interno, supponiamo, proseguirà la pista).

Ma vediamo la realizzazione cominciando da via Panciatichi. Qui accanto è raffigurata la fine della pista sul marciapiede prospiciente la sede della direzione della Banca Toscana. Il cartello è quello di percorso misto fra pedoni e ciclisti (cioè privo di qualsiasi suddivisione, fosse anche una riga bianca per terra). Si tratta di un marciapiede piuttosto frequentato da persone che entrano ed escono dalla sede della banca e dagli uffici nei dintorni.

La pista prosegue poi in via Magellano, sul marciapiede di sinistra, andando verso via Guidoni. La foto sopra è fatta voltandosi indietro, in direzione di via Panciatichi. Siamo all'incrocio con via dei Caboto. Vediamo chiaramente che la pista corre su un marciapiede nemmeno particolarmente largo. Più avanti c'è anche una fermata dell'autobus (si intravede la palina dietro la macchina celestina).

Proseguendo lungo via Magellano arriviamo ad un punto quanto meno curioso, rappresentato nella foto di sopra. La pista continua sul marciapiede, stranamente ora riservato alle sole biciclette (il cartello parla chiaro). Si notino però le strisce pedonali che finiscono sulla pista ciclabile, oltre l'automobile rossa. Il pedone che attraversa sulle strisce si trova sulla pista ciclabile che però non può percorrere. Dove dovrà andare? Mistero!

Dalla stessa fotografia si può apprezzare come via Magellano sia una strada ampia, con poco traffico e poche esigenze di parcheggio. La fotografia è stata scattata verso le 9:00 di un giorno feriale. Non ci sarebbe stata alcuna difficoltà a realizzare la pista ciclabile in sede propria.

Qui sopra ammiriamo lo stesso punto visto dalla direzione opposta. Si può apprezzare come, senza un motivo comprensibile, sia il passo carrabile di un condominio a fare "da spartiacque" tra il tratto di marciapiede riservato alle biciclette e quello comune coi pedoni. Altra "chicca" è la fermata dell'autobus con tanto di pensilina, che impegnerà i ciclisti in un ardito slalom fra pali, pensilina, pedoni e viaggiatori in attesa del bus.

Siamo adesso all'incrocio con via Carlo Del Prete. Nella sistemazione complessiva della piazza (con rotatoria alla francese) è stato allargato il marciapiede per far passare la pista ciclabile.
 

Arriviamo quindi al tratto finale della pista, in via Umberto Maddalena, che è una breve strada con giardino alberato al centro, che va da via Carlo Del Prete fino al viale Guidoni. Qui la pista è stata fatta in sede propria, dalla parte dei giardini al centro della strada. Sullo sfondo si scorge il cantiere dell'area ex-Fiat, oltre il viale Guidoni.

In data 15 maggio 2003 i tecnici del Comune rispondono alle nostre osservazioni, argomentando che via Magellano sarà una strada di elevato traffico non appena verrà aperto il costruendo sottopasso ferroviario di via Panciatichi. Pubblichiamo la risposta ricevuta dall'ufficio piani del traffico.

Risposta del Comune sulla pista di via Magellano

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Segreteria telefonica: 055 5357637

Privacy Policy
Cookie Policy

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved