Il BLOG di FIAB Firenze Ciclabile

 Post precedenti 

Cambiare registro

A elezioni finite posso dirlo: per la ciclabilità cittadina è necessario cambiare registro. Se da un lato l’amministrazione appena conclusa ha probabilmente prodotto il maggior numero di chilometri di piste ciclabili degli ultimi decenni, c’è comunque molto, anzi, moltissimo da fare sulla gestione delle piste, sui dettagli costruttivi e la ciclabilità in generale.Come vuole la tradizione, inaugurare dà più visibilità che manutenere, quindi meglio inventarsi un nuovo tratto di ciclabile pieno di ...

Continua a leggere...

Faceva tardi

Sono rimasto strabiliato nel leggere che una signora in auto ha forzato un blocco stradale e ha investito (e ferito seriamente) tre ciclisti che stavano partecipando ad una gara. Il motivo di tanta fretta non era l'accompagnamento di una partoriente in ospedale, ma il ritardo per la messa.Se c'è una divinità superiore, dubito che chieda ai propri adepti di precipitarsi ad andare a trovarla investendo i malcapitati nei paraggi: i sacrifici umani sono banditi da un pezzo.Mi fa restare di sasso, co ...

Continua a leggere...

Caravaggio experience

Se passate dalla nuova pista ciclabile di via del Caravaggio vi renderete subito conto che i progettisti della pista si sono ispirati proprio a lui, Michelangelo Merisi, detto, appunto, il Caravaggio.No, l’ispirazione non ha portato una pista capolavoro, ma una pista con i toni chiaro-scuri (soprattutto scuri) che caratterizzano le opere del Maestro.Percorrendone ogni metro potrete godere delle trovate che sono un grande artista può escogitare. Poche decine di metri riescono a condensare una ser ...

Continua a leggere...

Daylighting

Ho imparato un nuovo termine riguardo la sicurezza stradale: il daylighting. La parola indica lo sfruttamento della luce naturale, e mi sono chiesto cosa c’entrasse con la sicurezza stradale.Alla fine l’ho scoperto, ed è una soluzione banale ed economica ad un problema reale: si tratta di togliere i posti auto a ridosso delle strisce pedonali e allargare i marciapiedi in quel punto, in modo che gli automobilisti abbiano una visione più ampia e possano vedere chi ha intenzione di attraversare la ...

Continua a leggere...

Zona 20 (mph)

Se qualcuno al Ministero dei trasporti conosce l’inglese, potrebbe dare un’occhiata ad un articolo del “Guardian” sulle zone 30 del Galles.Per cominciare, visto che misurano con le miglia, la loro zona 30 diventa zona 20, mentre il loro limite a 30 è similare ai nostri 50 km/h.Dallo scorso settembre, il Galles ha inserito il limite di velocità di 20 miglia orarie nelle aree urbane. Qualcuno ha storto la bocca, come al solito, quindi sono stati fatti alcuni aggiustamenti ed oggi, dopo quasi nove ...

Continua a leggere...

Corsia non parcheggiabile

Passo per il viale Aleardi, dove fa poca mostra di sé la corsia ciclabile, e le auto mi sorpassano quasi sfiorandomi. Altro che corsia ciclabile o il metro e mezzo di distanza: si rischia la vita o la propria integrità.Pur passando da quella strada frequentemente, mi sono chiesto perché proprio ieri mi sono sentito più in pericolo del solito. Dopo aver accostato e lanciato una lunga serie di invettive per le quali un giorno sarò giudicato piuttosto male, ho capito il motivo: oltre alla cialtrone ...

Continua a leggere...

L'ha detto la televisione

Domenica sera mi sono guardato l’inchiesta di “Report” su autovelox e sicurezza stradale.Quasi tutte cose che già sapevo, ma vedersele spiattellare davanti agli occhi ancora una volta non è stato per niente piacevole: ti passano davanti dati e opinioni di esperti, è tutto chiaro e le decisioni da prendere piuttosto evidenti ma… le decisioni vanno da un’altra parte.Se avete uno stomaco forte potete rivedere la puntata su raiplay.it oppure direttamente la replica in Tv su Rai 3 sabato 15 giugno al ...

Continua a leggere...

Bim, bum e, soprattutto, Bam

Dopo anni di desideri insoddisfatti, lo scorso fine settimana ho finalmente partecipato al Bam di Mantova, il raduno dei cicloviaggiatori. E’ una manifestazione pazzesca, dove per tutto il fine settimana partono e arrivano ciclisti di tutti i tipi, con bici, borse, cestini, tende e tutto il resto, e gran parte di loro campeggia direttamente nel prato dietro all’area della manifestazione. Cosa si può trovare? Incontri, laboratori, giri in bici, musica, racconti di viaggi incredibili e poi ognuno ...

Continua a leggere...

Ancora un pessimo clima 21

Passate le grandi giornate mondiali (quella della bicicletta e quella dell’ambiente), ecco che torna di nuovo l’allarme per il riscaldamento climatico: anche lo scorso maggio è stato il più caldo di sempre. Non solo: pare che già adesso siamo oltre il limite di aumento di 1,5 gradi che la comunità internazionale si era data per correre ai ripari: siamo a +1,63, almeno nell’ultimo anno.Pur non trattandosi di un dato definitivo, gli scienziati sono piuttosto pessimisti sulla possibilità di raggiun ...

Continua a leggere...

Non è quella ciclabile

Uno studio trasportistico effettuato dalla Rutgers University (Stati Uniti) ha evidenziato che costruire una pista ciclabile su una strada ha un effetto di riduzione della velocità sugli automobilisti. Non solo: se la pista ha una delimitazione fisica (cordolo o semplicemente coni stradali) ha un effetto deterrente molto superiore rispetto alla semplice pista con una riga verniciata per terra.Io non ho competenze scientifiche per poter dire se è vero o no, ma soltanto le mie fallaci e personali ...

Continua a leggere...

 Post precedenti 

FIAB Firenze Ciclabile

  • Sede legale: c/o Circolo ARCI Lavoratori Porta al Prato, via delle Porte Nuove 33; 50144 Firenze FI

  • Email: Clicca qui per scriverci

  • Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

Area riservata

Nome utente

Password