No T.A.B. 78 - Nobel edition



I giornali hanno parlato dei nuovi tram a batteria per le linee che andranno a Bagno a Ripoli e Rovezzano, che i nostri amministratori sono andati a vedere direttamente nello stabilimento napoletano del costruttore: si tratta di un aggiornamento del “Sirio”, che sarà consegnato prima a Torino e poi a Firenze.
La versione fiorentina sarà a batteria, “i primi in Italia”, e probabilmente percorrerà senza filo il percorso lungo i viali e poi il viale Giannotti, in pratica metà del percorso della linea per Bagno a Ripoli, mentre stanno ancora pensando se far andare a batteria anche il tratto sul viale dei Mille della linea per Rovezzano. Potenzialmente sarà possibile allestire dei posti bici, ma dovrà essere l’amministrazione a chiederlo: lo farà o faremo “alla buona”, come da tradizione?
Intanto mi incuriosisce sapere che nei tratti a batteria il tram risparmierà il 25% di energia. Non sono un esperto, ma visto che nulla si crea e nulla si distrugge mi chiedo come sia possibile che l’alimentazione a batteria, che in qualche maniera dovrà essere caricata, possa essere più efficiente dell’alimentazione diretta. Mentre provo a capirlo (e aspetto i risultati delle ultimissime indagini), non perderei altro tempo e candiderei il nostro sistema tramviario al prossimo Nobel per la fisica.
Torna indietro

FIAB Firenze Ciclabile

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

Area riservata

Nome utente

Password