Dipende dall'arma



Nei giorni scorsi si è conclusa la vicenda delle due sedicenni romane investite e uccise da un giovane poco più grande di loro nei giorni precedenti il Natale 2019.
Dalle indagini è risultato che le due ragazze stavano attraversando con il verde un viale di circonvallazione, e nel frattempo è arrivato il giovane neopatentato ad alta velocità, un po’ alticcio e  giocherellante con il cellulare. Per le ragazze non c’è stato scampo.
Finora il giovane è stato agli arresti domiciliari, mentre adesso la pena è stata stabilita in obbligo di dimora e dovrà essere a casa tra le 22 e le 7 del mattino per cinque anni e quattro mesi, a cui andranno tolti (immagino) l’anno e sette mesi scontati ai domiciliari.
Questo ha deciso la giustizia, e non ho strumenti per contestare la decisione. Però mi resta una domanda: se invece di un’auto le avesse uccise giocherellando con una pistola la sentenza sarebbe stata diversa?
Nel frattempo sabato scorso in via Senese è morto un ciclista: pare che sia stato investito da uno scuterista in sorpasso mentre procedeva in senso opposto.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved