Violenza stradale 2



Qualche giorno fa avevo cominciato una riflessione sul concetto di violenza stradale, e mi sto convincendo sempre di più che non sia possibile un controllo capillare delle infrazioni potenzialmente pericolose che avvengono per strada, anche perché non è possibile riempire le strade di autovelox (peccato), e, nel caso lo fosse, trovo una certa ritrosia amministrativa sia ad utilizzare questo tipo di strumenti che nel predisporre regolamentazioni piuttosto bizzarre permettendo spesso di far annullare le sanzioni.
Detto questo, continua a ronzarmi in testa l'affermazione che oltre ai comportamenti con i veicoli, è violenza stradale anche la cattiva progettazione delle infrastrutture, centrata sulle automobili e non sulla sicurezza dei più deboli.
Ci sono tanti esempi, e voglio cominciare con uno su cui mi ritrovo spesso in pericolo, come tanti.
Siamo sul viale Nenni, in direzione Scandicci. Tra il supermercato e la fermata tramviaria c'è una curva che porta verso Ponte a Greve, frutto della costruzione del centro commerciale, e mi è successo più volte di dover proseguire dritto in bici mentre qualcuno prendeva la curva a tutta velocità tagliandomi la strada. In più, proprio su quella curva c'è pure un attraversamento pedonale.
Il limite sul viale Nenni è 50 km/h e quella curva è degna di uno svincolo autostradale: chi viaggia oltre il limite, proseguirà in curva mantenendo la stessa velocità. E' accettabile? No.
Un piccoli grande esempio di pessima progettazione.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved