Articolo 34



La scuola è un diritto, e guai a chi lo tocca. Volendo estendere il ragionamento, se la scuola è un diritto, anche andare e ritornare da scuola dovrebbe essere un diritto, meglio se in sicurezza: se un diritto non è accessibile, che diritto è?
Chi mi conosce sa che una mia vecchia fissazione è la raggiungibilità delle scuole in bici. In città è possibile, nelle frazioni collinari è più complicato.
Detto questo, voglio fare un ragionamento sulla miriade di case messe su nel corso degli anni in città, nelle frazioni e nei comuni limitrofi a Firenze. Niente di male, però spesso le costruzioni in campagna sono all'esterno dell'abitato, e quindi difficilmente raggiungili a piedi, se non passeggiando pericolosamente sul bordo strada. Eppure quando i progetti vengono presentati, approvati ed eseguiti tutti sanno che quei disegni diventeranno abitazioni, e queste saranno occupate da persone che dovranno andare al lavoro, a scuola, a far la spesa... senza che nessuno pensi che servirebbe un marciapiede per arrivare al paese, alla frazione o almeno alla fermata del bus.
Capita quindi di vedere qualche ragazzino che, sceso dal pulman, cammina sul bordo di una provinciale per 3-400 metri fino a casa. E se invece del casco per ciclisti ci fosse il marciapiede obbligatorio?
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved