Sarebbe bello se...




La notizia che dal primo marzo in Lussemburgo non si paga più il biglietto del trasporto pubblico (esclusa la prima classe ferroviaria) è una grande notizia, anche perché sono previsti ulteriori investimenti per potenziare il servizio.
Grazie al mix di popolazione ridotta e anche di florida situazione economica (quante aziende hanno la loro base proprio in Lussemburgo?), il governo del granducato ha deciso di rispondere alla sfida dell’inquinamento e del cambiamento climatico.
Lo sforzo non è stato eccessivo, visto che solo l’8% della spesa del servizio era coperto dalla vendita di biglietti e abbonamenti. Per fare un paragone, da noi gli Enti locali possono coprire fino al massimo del 65% del costo del servizio, per cui i passeggeri pagano come minimo il 35%.
Sarà utile? Qualcuno dice che un servizio senza un costo è come se non valesse niente. Altri ricordano come esperimenti del genere abbiano portato prima ad un affollamento dei mezzi e poi alla fine dell’esperimento stesso a causa dei costi che diventano insostenibili.
Io sono dell’idea che oltre al costo, il problema sia la disponibilità del servizio.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved