Aria, o quel che ne resta 33



C'è qualcosa che non mi torna, ma la causa è sicuramente la mia solita limitatezza intellettuale.
Una delle conseguenze dello scandalo “dieselgate” è che in questi giorni il tribunale di Avellino ha condannato la Volkswagen per aver nascosto ad un cliente le reali emissioni di ossidi d'azoto dell'auto.
Bene, ma il problema non è questo. Che la casa automobilistica sia stata condannata per aver “tratto in inganno il consumatore”, ci può stare. E quindi, per tornare a quello che non mi torna, mi chiedo: ma chi pensa agli ingannati polmoni miei e altrui? Possibile che l'azienda sia responsabile per quello che ha venduto e non per le conseguenze dell'uso che ne è stato fatto, ammorbando l'aria che è bene comune?
Se un produttore di bibite vendesse bottiglie di aranciata con un lassativo dentro, dovrebbe risarcire solo me come acquirente o anche l'amico a cui, inconsapevolmente, ne offrirei un bicchiere?

Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved