Chi non sa, paga di più



Il trasporto della bici sul treno è la croce e la delizia del ciclista. Anzi, a dire il vero, più che una delizia a volte sembra un purgante.
Qualche settimana fa ho notato che le emettitrici dei biglietti del treno non conoscono la convenzione della Regione Toscana, che permette di pagare il biglietto ridotto a 1,50 euro il sabato, i festivi e in certe fasce orarie dei feriali. Io conosco la convenzione e per la mia bici faccio il biglietto Firenze-Sesto. Chi non la conosce paga ingiustamente 3,50 euro, come proposto dalla macchinetta.
Ho scritto all’Assessorato regionale ai trasporti e alla fine mi hanno risposto.
In pratica, aggiornare il software ha un costo che ricadrebbe sulla Regione, quindi provvederanno più semplicemente ad aumentare l’informazione.
Ma la ciliegina sulla torta è quando hanno cercato di farmi credere che a volte potrebbe essere più conveniente il biglietto da 3,50 euro: se un ciclista dovesse fare tre corse, dovrebbe pagare tre volte 1,50 euro…
Io sono rimasto allibito: la tariffa da 1,50 vale per più corse nell’arco della giornata… che significa che non hanno capito come funziona la convenzione e il trasporto bici sul treno.
Morale della favola: nell’epoca delle “smart cities” chi conosce la convenzione si arrangia a trovare un sistema per farsi il biglietto scontato, gli altri paghino due euro in più.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved