mercoledì 6 novembre 2002

IL QUARTIERE 1 CHIEDE "I PIANI DELLA MOBILITA' DI AMBITO RIONALE"

Il Consiglio del Quartiere 1 - Centro Storico approva a larga maggioranza (14 a favore, 6 contrari, 1 astenuto) l'o.d.g. presentato dal Consigliere Alessandro Margaglio (Verdi) con il quale si invita l'Amministrazione

- Ad individuare gli "Ambiti Rionali", quali realta' storiche o stratificate nel tempo sul piano culturale, delle relazioni, del senso di appartenenza, o per omogeneita' delle funzioni e dei servizi presenti nell'area

- A realizzare la classificazione delle strade

- A realizzare in detto contesto le "Isole Ambientali", conseguentemente ad implementare percorsi sicuri 'casa-scuola', 'casa-lavoro', per lo svago ed il tempo libero

- Ad adottare un Piano complessivo per le "Zone 30", che risultano in tal modo zone idonee per la mobilita' ciclabile di ambito rionale

il tutto occorrendo e funzionale

- A realizzare i «Piani della Mobilita' di Ambito Rionale», quale parte integrante, sostanziale e funzionale del PGUT.

O.d.g.: Piani della Mobilita' Rionale

"Quelle cose per conoscere le quali ci mettiamo in cammino e attraversiamo il mare, se sono poste sotto i nostri occhi non ce ne curiamo" Plinio Il Giovane, Lettere, VIII, 20

Il Consiglio del Quartiere 1 - Centro Storico di Firenze

Visto

L'articolo 36 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo Codice della strada) che fa obbligo, a tutti i Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti o comunque soggetti a congestione per il traffico veicolare, di redigere, adottare ed attuare il Piano Urbano del Traffico

Visto

Che in data 24 giugno 1995 sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale le necessarie direttive rivolte a tutti i soggetti interessati dai procedimenti di attuazione della norma di legge

Visto

In particolare nelle suddette direttive i punti
- 3.1.1 - Classifica funzionale delle strade
- 3.1.2 - Viabilita' principale ed isole ambientali
- 3.1.3 - Principali interventi di miglioramento dell'offerta
- 3.2.1 - Tipi di componenti del traffico
ove, fra le quattro componenti fondamentali del traffico, si pone al vertice della scala dei valori all'interno del Piano la "circolazione dei pedoni", e la ciclabilita' ("specialmente per le aree urbane in pianura", cfr. punto 3.2.2 - Alternative spaziali, modali e temporali ), quale "precisa strategia del Piano"

Considerato

Che l'adozione di una strategia complessiva per la mobilita' sostenibile intermodale sia ineludibile ed improcrastinabile, ed in questo debbano avere preminenza idonee politiche per la mobilita' pedonale e ciclabile, conseguentemente debbano essere adottati a breve "i piani di miglioramento della mobilita' pedonale", e ciclabile (cfr: punto 4.1 - Piano Generale), ed i relativi piani particolareggiati ed i piani esecutivi d'intervento

Viste

Le positive esperienze realizzate in altre realta' italiane ed europee dove la mobilita' pedonale e ciclabile abbinate al Trasporto Pubblico Locale rappresentano la modalita' assolutamente preminente di spostamento in ambito urbano

Considerato

Importante e funzionale alla strategia di governo del territorio valorizzare sul piano culturale, delle relazioni, del senso di appartenenza le realta' storiche o stratificate nel tempo che identificano gli "Ambiti Rionali" della nostra Citta'

Ritenuto

di ottemperare alle predette Direttive, adottando una idonea politica per la mobilita' pedonale e ciclabile abbinate al Trasporto Pubblico Locale, quale soluzione alla domanda di mobilita', conseguentemente per ridurre i livelli di inquinamento atmosferico, ed incrementare la vivibilita' dell'ambiente urbano, a partire dagli ambiti rionali

Invita il Sindaco

- Ad individuare gli "Ambiti Rionali", quali realta' storiche o stratificate nel tempo sul piano culturale, delle relazioni, del senso di appartenenza, o per omogeneita' delle funzioni e dei servizi presenti nell'area

- A realizzare la classificazione delle strade

- A realizzare in detto contesto le "Isole Ambientali", conseguentemente ad implementare percorsi sicuri 'casa-scuola', 'casa-lavoro', per lo svago ed il tempo libero

- Ad adottare un Piano complessivo per le "Zone 30", che risultano in tal modo zone idonee per la mobilita' ciclabile di ambito rionale

il tutto occorrendo e funzionale

- A realizzare i «Piani della Mobilita' di Ambito Rionale», quale parte integrante, sostanziale e funzionale del PGUT.

Decide

Di inviare il presente o.d.g. al Presidente del Consiglio Comunale, e per il Suo tramite all'Attenzione del Consiglio stesso, per ogni ulteriore adempimento.


Tutte le notizie

FIAB Firenze Ciclabile

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

Area riservata

Nome utente

Password