martedì 23 luglio 2002

La notizia degli ultimi giorni è che l'aumento delle tariffe dei parcheggi scatterà solo a settembre, al momento della presentazione del nuovo piano urbano del traffico (PUT).

Ma riassumiamo un poco la vicenda. Agli inizi di luglio l'assessore alla mobilità, il verde Bugliani, fa una fuga in avanti, proponendo l'aumento delle tariffe dei parcheggi vicino al centro. Pesanti rincari per il parcheggio della stazione, per i parcheggi lungo i viali, e per i motorini. Si scatena il putiferio, nonostante che la decisione fosse stata concordata con la maggioranza e nonostante che tale orientamento fosse stato deciso da tempo.

L'opposizione insorge prima ancora che venga rilasciato un comunicato ufficiale. Poi arrivano, a breve distanza l'uno dall'altro, la conferma degli aumenti e lo slittamento a settembre. Bugliani sostiene il provvedimento ma ammette di essere stato incauto nei modi. Il provvidimento, spiega Bugliani, ha lo scopo di rendere economicamente meno competitivo l'uso dell'automobile rispetto ad altri mezzi di trasporto, in primis l'autobus.

È probabile che a settembre il provvedimento passi alquanto ammorbidito. È un classico: prima si prende tempo e poi si introducono cambiamenti morbidi e spesso, proprio per questo, inutili. E non è nemmeno da escludere che alla fine possa essere Bugliani a fare le spese di questo tira e molla. Sarebbe un vero peccato per almeno due motivi: 1) per chi ha a cuore l'ambiente, avere un verde alla mobilità non è affatto cosa disprezzabile; 2) cambiare assessore tre volte durante la stessa giunta sarebbe veramente troppo (abbiamo già avuto Monciatti e Cioni, oltre a Bugliani).


Tutte le notizie

FIAB Firenze Ciclabile

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

Area riservata

Nome utente

Password