Amsterdam per un secondo


E' durato solo un momento, ma mi è sembrato essere senza fine: era mattina, stavo pedalando sul lungarno Vespucci e per un attimo meravigliosamente interminabile mi sono sentito ad Amsterdam.
In precedenza non avevo assunto niente di particolare, ma vedere incrociarsi contemporaneamente sulla pista una fila di sette o otto ciclisti in una direzione e quattro o cinque nell'altra è stato stupefacente.
L'attimo di estasi è poi finito, ma i ciclisti hanno continuato a passare, più sparpagliati, ma con costanza.
Mi permetto di consigliare a chi, per caso, si lamentasse delle troppe auto in giro in città, di prendere una sedia e accomodarsi sul marciapiede con vista sulla ciclabile del lungarno Vespucci e provare invece a lamentarsi delle troppo poche bici, lasciandosi meravigliare dal fatto che comunque i ciclisti ci sono, nonostante tutto.
Poi, dopo una pausa di riflessione, dovrebbe essere il momento di tirar fuori vernici, cordoli e rastrelliere e adoperarli perché ci possiamo sentire ad Amsterdam non per un momento, ma tutto il giorno, tutti i giorni.

Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved