No T.A.B. 77



Al contrario di qualcuno, non sono contrario alle osservazioni della Soprintendenza: nella vicenda dello stadio, la posizione del Soprintendente ci ha risparmiato la demolizione di un’opera unica e una figuraccia mondiale.
Poi spuntano le bizzarrie che mi lasciano interdetto, come la “provvisoria” pista sterrata in piazza V. Veneto oppure la scelta di non permettere l’installazione delle pensiline lungo alcune fermate della tramvia: attualmente alle Cascine, Porta al Prato, Fortezza e stazione, per poi estendersi adesso a ben sette fermate della nuova linea per Bagno a Ripoli.
Come si sa, sono piuttosto limitato intellettualmente, ma non capisco il motivo del diniego. Si tratta di una pensilina, funzionale al servizio del tram: cosa può turbare più di semafori, insegne, spartitraffico, pensiline del bus, cartelli stradali? Se è un problema di materiali, facciamole in cotto, pietra serena, paglia, panno lenci… tanto più che nel progetto il tetto era di vetro, come se l’esperienza dell’effetto serra sotto le nuove pensiline dei bus non fosse stata sufficiente.
Giusto conservare la nostra storia e le nostre opere d’arte, ma, per fare un esempio, Palazzo Vecchio ha gli impianti di riscaldamento, condizionamento, illuminazione, acqua calda e fredda, videosorveglianza, ascensori, servizi igienici… tutte cose che sono state aggiunte dopo la costruzione, anzi, molto dopo.
Per non coprirci di ridicolo e sminuire le battaglie davvero importanti, trovate una soluzione: avere un servizio pubblico comodo spingerà più persone ad usarlo e a lasciare l’auto a casa, facendo sicuramente bene ai monumenti della città. Pensateci.

Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved