Pazzi e assassini 3



Nei giorni scorsi un operaio è rimasto ucciso mentre lavorava alla costruzione di una pista ciclabile lungo la costa toscana. Vittima del lavoro e della strada, contemporaneamente. Da quello che ho capito, pare che un camion che viaggiava sulla strada abbia urtato quello del gruppo di operai e la vittima, di spalle, è stata travolta dal mezzo della propria ditta.
Sembra che l'autista del camion sia rimasto abbagliato dal sole, ma quello che mi ha lasciato letteralmente allibito è stato leggere sul giornale di un camion “impazzito” che è andato a sbattere su un altro innescando la carambola mortale. Un camion (o un'auto, una bici o un cingolato) non impazzisce: è sottomesso alle leggi della fisica, e non ci sono deroghe. Non esiste nessun meccanico specializzato in psichiatria motoristica.
Il cantiere era ben segnalato? Lo spero, ma nel frattempo mi chiedo come sia possibile, con tutte le raffinatezze tecnologiche di oggi, che si possa restare abbagliati dal sole, sbandare e uccidere.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved