Minori consumi, minori emissioni




Le parole sono importanti: l'Unione Petrolifera ha cambiato nome trasformandosi in... Unione Energie per la Mobilità. Suona molto meglio, vero? Solo che per generalmente l'energia per la mia mobilità quotidiana più che altro proviene, a seconda della stagione, da ribollite, fagioli all'uccelletto, fettunte e così via... altro che un liquido nerastro tirato fuori da un buco per terra!
Nei giorni scorsi ho letto un'intervista al responsabile dell'Unione nella quale si snocciolavano alcuni dati sul calo della raffinazione e vendita dei carburanti, ipotizzando per il 2020 un calo di 10 milioni di tonnellate in Italia e 2,5 all'estero. Sono tanti, e dal mio punto di vista è tanta CO2 che ci siamo risparmiati. Il mio non è luddismo o antimodernismo: è la chimica che ce lo piega.
E' chiaro che il problema è serio, si tratta del lavoro di tanti e non si può semplificare con la semplice diminuzione delle emissioni, sia pur necessaria: questa industria, come altre, hanno bisogno di riconvertirsi, perché non possiamo continuare a consumare benzina per tenere in piedi un modello di mobilità ormai logoro.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved