L'ennesima replica di un film noioso




Anche sabato mattina ho letto l'ennesimo articolo di critica alle corsie ciclabili che stavolta sono spuntate nottetempo sul viale Petrarca/Pratolini/Aleardi/Sanzio. Ho letto l'articolo, e mi è sembrato dello stesso tenore dei precedenti già usciti, tanto da pensare che fosse una replica.
Come sempre, molti lamenti sull'argomento.
Lamentele dei ciclisti: non ci sono protezioni!. Lamentele dei parcheggianti: quando usciamo dal parcheggio a lisca possiamo investire un ciclista!. Lamentele varie ed eventuali: hanno rovinato Firenze! Non si circola più!
Ora, di nuovo, ripeterò quello che ho già scritto e che il buonsenso dovrebbe dare per acquisito, ma a quanto pare non è così.
Colleghi ciclisti, sono corsie, non hanno protezioni. Non ci sono protezioni esattamente come il giorno prima, quindi non possono essere più pericolose, no? In più, quelle strisce fanno da post-it per ricordare a chi passa che sì, ci siamo anche noi.
Cari parcheggianti, anche il giorno prima passavano da lì, mentre uscivate dal parcheggio, bici, motorini, auto e così via. Quelle righe non aumentano il pericolo di investire qualcuno, né vi obbligano a stare più attenti: dovete essere già attenti.
Cari vari ed eventuali, se per rovinare la città bastasse qualche centinaio di metri di strisce verniciate per terra, saremmo rovinati già da un pezzo. Se non si circola più, beh, proverei a guardare con lucidità (del pensiero, non della carrozzeria) chi frequenta le lunghe code che troviamo in città: se uso l'auto, partecipo anche io, se uso la bici non me ne accorgo nemmeno.
Meno auto in giro, meno code: le strisce per terra non c'entrano niente.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved