La scelta del programma



A Parigi la Sindaca è stata rieletta di nuovo. Non credo abbia promesso parcheggi, stadi o aeroporti, ma marciapiedi più larghi e meno auto per le strade (60.000 posti auto in meno). In più, blocco delle auto a gasolio in città dal 2024, anno in cui Parigi ospiterà le Olimpiadi, e per il 2030 dovrebbe essere completato un sistema di quattro linee di metropolitana per un totale di 200 km.
Certamente Parigi avrà i suoi problemi come ogni grande città, e non sarà tutto oro quello che luccica, ma… è stata rieletta anche grazie al suo messaggio di attenzione alla vivibilità e all’ambiente.
Adesso provo a guardare in Italia, e mi chiedo: chi è che si candiderebbe a Sindaco, Presidente di una Regione o a capo del Governo promettendo meno auto e più bici? Più facile promettere parcheggi per tutti. C’è un salto di qualità ambientale da fare, negli eletti e negli elettori. I secondi potrebbero essere già disponibili, ma i primi sono difficili da trovare.
Per esempio, la Commissione dei 150 cittadini francesi sorteggiati e chiamati a elaborare un programma per ridurre le emissioni di gas serra ha elaborato 149 proposte. Niente di rivoluzionario, è quello che in tanti dicono da sempre e che è giusto ribadire: più trasporto pubblico, biglietti ferroviari meno cari, meno voli aerei e nessun volo interno, menù vegetariano due volte alla settimana, tasse sulle auto inquinanti e incentivi per quelle pulite, tir sui treni e mezzi in condivisione. Le 149 proposte sono state accettate dal Presidente francese, tranne tre, tra cui… l’abbassamento del limite di velocità a 110 km/h.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved