Il BLOG di FIAB Firenze Ciclabile

 Post precedenti 

Dàgli all'autovelox 37

Premettendo che non conosco la zona in questione, ma so benissimo dove si vuol andare a parare.In un Comune della provincia di Pesaro un vigile urbano ha messo un autovelox nel suo gabbiotto il 15 settembre, primo giorno di scuola.Quelli che lo hanno visto, secondo un giornale hanno pensato che “si mettono a fare le multe per eccesso di velocità proprio oggi, che molti genitori, per lo più operai, sono costretti ad andare di fretta per andare a prendere i figli a scuola”. Sì signori, l’eccesso d ...

Continua a leggere...

In bici ci metti meno

Tra i vari articoli sulla riapertura delle scuole, così pieni di pass, bus, affollamenti, mascherine e così scarsi di bici, ne ho letto uno in cui è stato fatto un confronto tra il bus e l’auto in un percorso dall’ospedale di Torregalli, in via di Scandicci, fino al liceo Gramsci, in via del Mezzetta.Partenza alle 7.35 per entrambi i mezzi con l’auto che arriva in 35 minuti e il bus in 58, costringendo l’ipotetico studente ad entrare in ritardo.E’ una bella traversata, ma facendo un banale esper ...

Continua a leggere...

Violenza stradale 4

Non è difficile trovare pessime soluzioni progettuali sulle strade, soprattutto se ci sono le ciclabili.Non so il perché: forse perché non si usa, forse perché è considerato un mezzo per le giratine domenicali o chissà per quale altro misterioso motivo.Saranno una ventina di anni che la benemerita (per l’ubicazione) e malfatta (per la costruzione) ciclabile di via Modigliani-via Massa fa lamentare i ciclisti che la percorrono. Praticamente lungo tutto il percorso è protetta (si fa per dire) da p ...

Continua a leggere...

La tradizione ecologica 6

“I veri rivoluzionari capiscono quando il buono non è buono abbastanza”: è una delle perle di saggezza presenti nello spot del gigantesco gippone di derivazione militare che nel 2023 potrebbe uscire in versione 100% elettrica. Potremmo anche correre il rischio che qualcuno lo definisca ecologico, ma io farò di tutto per far finta di non aver sentito.Mi intristisce dover parlare dello spot di un'auto, ma questa non è transizione ecologica, è la ripetizione del passato con altri mezzi. Anche i pub ...

Continua a leggere...

Amsterdam per un secondo

E' durato solo un momento, ma mi è sembrato essere senza fine: era mattina, stavo pedalando sul lungarno Vespucci e per un attimo meravigliosamente interminabile mi sono sentito ad Amsterdam.In precedenza non avevo assunto niente di particolare, ma vedere incrociarsi contemporaneamente sulla pista una fila di sette o otto ciclisti in una direzione e quattro o cinque nell'altra è stato stupefacente. L'attimo di estasi è poi finito, ma i ciclisti hanno continuato a passare, più sparpagliati, ma co ...

Continua a leggere...

In cerca di emergenze 4

Leggere del Sindaco che si lamenta delle troppe auto in giro è una di quelle cose che mi fa sobbalzare sulla sedia. Appena ripreso dallo choc, ecco che mi sorge la domanda: e finora dov’era?Senza polemica, l’associazione dei ciclisti lo dice da anni, e io concordo: ci sono troppe auto, troppi incidenti e troppi inquinanti da respirare. Non solo: se il traffico è aumentato adesso, cosa succederà da mercoledì? Lo sappiamo già: le strade saranno ancora più riempite di auto, costruendo un’emergenza ...

Continua a leggere...

E quindi uscimmo a riveder le stelle

Le parole sono importanti, lo dico da sempre, e quando qualcosa comincia ad assumere un significato negativo, ecco la trasformazione: quando il Suv ha cominciato ad essere ingombrante e sgradito, ecco arrivare il crossover, che è un gippone un po’ più piccolo e arrotondato.Adesso, visto che in tantissimi hanno alzato le orecchie sentendo parlare di energia nucleare, ecco che una nota compagnia petrolifera tira fuori l’energia stellare. Caspita, penso all’energia stellare e mi vengono in mente qu ...

Continua a leggere...

La testa a posto

Passando in piazza San Lorenzo ho notato una coppia di ragazzi, probabilmente turisti, a spasso ognuno su un monopattino a noleggio. Si muovevano con estrema cautela, schivando buche e pietre malmesse.Devo ammettere che ho avuto paura per loro.Provate a passare dalla piazza, in bici è già un bel problema, figuriamoci con una pedana motorizzata con due ruotine. Non avevano il casco (embè?), ma mi sono chiesto se la loro sicurezza era minacciata da quello che non avevano in testa o da quello che c ...

Continua a leggere...

Meglio più piano

Per una volta, vogliamo tenere l'atmosfera rilassata? In giro per il mondo c'è sempre qualche mattacchione che si diverte a trasformare la propria bici in qualcosa che non le somiglia più.Se il gruppetto che ha montato un tandem sul cofano di una vecchia auto, facendola andare a pedali strappa l'applauso, sono più perplesso di fronte al tizio che qualche tempo fa ha modificato la sua citybike installandoci un vecchio motore elettrico di lavatrice, come di fronte a quest'altro ciclista taiwanese ...

Continua a leggere...

E' l'ora del cordolo

Come tanti sanno, dal giugno 2020 è stata dipinta la pista ciclabile sul viale Nenni, una per ogni senso di marcia. Giubilo tra i ciclisti, ma dopo un anno di, chiamiamola così, sperimentazione, direi che è arrivato il momento di chiedere qualcosa di più sostanzioso, come un cordolo.Mi capita di passarci, almeno una-due volte a settimana, e, soprattutto nelle ore di maggior traffico, ci sono troppi automobilisti che passano troppo veloci e troppo vicino. Se davvero la sicurezza sta a cuore ai no ...

Continua a leggere...

 Post precedenti 

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved