sabato 29 settembre 2007

Più di 150 i ciclisti (con colapasta in testa) alla manifestazione di FirenzeInBici e Legambiente

Oltre 150 i ciclisti, molti con un colapasta in testa, che oggi hanno sfilato nel centro storico. L'obiettivo della manfiestazione indetta da FirenzeInBici e dal circolo fiorentino di Legambiente era chiedere maggiore vigilanza nel centro storico e maggiore tutela nei confronti di pedone e cilisti.

Il colapasta assurto a simbolo della ZTL-colabrodo; la più grande zona a traffico limitato d'Europa, ma anche una delle più "bucate". Molti i mezi che entrano in ZTL pur non avendone diritto, mediante diversi escamotage; ancora di più quelli che, pur entrando regolarmente, circolano in settori, strade o orari che non sono loro consentiti (ad esempio: i mezzi merci che circolano indisturbati ben dopo le 9:30 di mattina).

La manfestazione fa seguito al dossier su traffico e degrado, presentato lo scorso giovedì 20 settembre, che ha avuto ampia risonanza nei corridoi del "palazzo" e sugli organi di informazione. Nel dossier si sostiene che la principale causa di degrado del centro di Firenze è il traffico dei veicoli a motore. Le due associazioni puntano il dito in particolare sulla grande quantità di transiti abusivi che sarebbero facilmente evitabili se solo ci fosse maggiore vigilanza. Clamoroso il caso di via Martelli, dove la maggior parte dei mezzi in transito è irregolare. La situazione è bene illustrata da un filmato disponibile in rete (su Youtube) ed accessibile dal sito www.firenzeinbici.net.

I ciclisti hanno sfilato non solo con i colapasta in testa, ma anche con molti cartelli autocostruiti con slogan che invitavano ad usare la bicicletta, come "l'auto ti stressa? prova la bici!". SUllo striscione di FirenzeInBici si leggeva, invece: "BASTA INVASIONI, in centro solo bus, bici e pedoni!"

Soddisfazione per la riuscita della manifestazione è stata espressa dagli organizzatori. "Firenze è dominata dal frastuono dei mezzi a motore - ha detto il presidente di FirenzeInBici Gianni Lopes Pegna - ma oggi la voce dei ciclisti finalmente si fa sentire; e speriamo che giunga ai piani alti di Palazzo Vecchio!".

Speranza in un certo senso già garantita dalla presenza di ben quattro consiglieri comunali: Gregorio Malavolti, Luca Pettini, Francesco Ricci e Gianni Varrasi. Tutti ciclisti abituali, convinti che l'incremento della mobilità ciclistica sia una delle principali risposte al problema dell'inquinamento e della difficoltosa mobilità cittadina

Alla manifestazione hanno aderito:  WWF di Firenze, Italia Nostra, Amici della Terra, ZEC, gli amici di Beppe Grillo, i COBAS Ataf, Ruotàti e PopCafè.

 


Vai all'elenco dei comunicati

Richiedi di ricevere i comunicati per posta elettronica

 

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Segreteria telefonica: 055 5357637

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved