venerdì 8 giugno 2007

Nuova strada di Varlungo: nei progetti manca la pista ciclabile

"Come mai la nuova strada prevista a Varlungo non prevede la pista ciclabile?" La domanda arriva dall'associazione FirenzeInBici ONLUS e dal "Coordinamento per la tutela del territorio della Mensola e delle colline di Settignano". La strada oggetto delle preoccupazioni degli ambientalisti è il prolungamento del viadotto di Varlungo che, sottoattraversando la ferrovia, si dovrebbe congiungere a via Spadaro.
 
"La legge 366 del 1998 - ricorda il presidente di FirenzeInBici, Gianni Lopes Pegna -  impone che tutte le strade di nuova costruzione siano dotate di pista ciclabile, ad eccezione di autostrade e superstrade. E' una norma improntata al buon senso, poichè realizzare la pista ciclabile contestualmente alla costruzione della strada costa molto meno che farla in un secondo tempo. Riteniamo che non siano accettabili deroghe a quanto previsto dalla normativa; soprattutto se il Comune desidera dare prova di voler veramente incentivare la mobilità sotenibile."
 
"La pista ciclabile lungo la nuova strada sarebbe indispensabile per collegare la pista ciclabile lungo l'Arno a quella già esistente in via O.Spadaro - aggiunge Mario Andreini del Coordinamento Mensola  - In tal modo non solo si realizzerebbe un collegamento protetto di grande utilità ai cittadini, ma si getterebbero le basi per una rete di accesso eco-compatbile alle aree di interesse naturalistico del Mensola e degli argini dell'Arno.

 


Vai all'elenco dei comunicati

Richiedi di ricevere i comunicati per posta elettronica

 

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Segreteria telefonica: 055 5357637

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved