martedì 21 ottobre 2008

Rimozioni bici: si trovi una soluzione

"Se è vero, come sostiene l'assessore Cioni, che la Polizia Municipale deve essere al servizio di tutti attraverso l'idea comune del rispetto delle regole e della difesa di un bene comune, chiediamo, proprio nel nome della difesa di quel bene comune che è la salute pubblica, che sia trovata una soluzione condivisa al problema della sosta delle biciclette in città" - questa la posizione espressa oggi da Stefano Pelli, presidente dell'associazione FirenzeInBici.

La presa di posizone dell'assocazione di ciclisti segue la manifestazione pubblica di alcune settimane fa contro le rimozioni di biciclette, e soprattutto le recenti polemiche innescate dalla rivelazione fatta dall'assessore Claudio Del Lungo che i vigili si accaniscono, proporzionalmente, più contro la sosta delle biciclette che non quella degli autoveicoli.

"Chiunque si aggiri per Firenze si scontrerà con strisce pedonali e scivoli per disabili ostruiti dai veicoli in sosta, marciapiedi, zone pedonali e piste ciclabili invase e occupate da possenti ruotoni e relativi puzzolenti motori, schiere di giovanottoni palestrati con contrassegni invalidi abusivi etc. - osserva Stefano Pelli - Non comprendiamo davvero perchè questi comportamenti siano considerati poco degni dell'attenzione dei vigili, che sono invece attivissimi nel rimuovere le biciclette in sosta al di fuori delle rastrelliere. Al comandante Bartolini, secondo cui non sarebbe compito dei vigili essere amici dei cittadini, rispondiamo che i migliori amici della nostra città sono proprio quei cittadini che scelgono la bicicletta come mezzo di trasporto, invece dell'auto. Perchè accanirsi nei loro confronti, allora?"

L'associazione dei ciclisti ricorda che è indispensabile garantire ai cittadini di poter lasciare le biciclette in strada anche al di fuori delle rastrelliere. Queste ultime coprono solo circa un quinto del fabbisogno; per cui nemmeno massicce installazioni potrebbero garantire un posto in rastrelliera per tutte le biciclette. E' quindi necessario trovare una soluzione condivisa che soddisfi i requisiti del codice alla strada, salvaguardi le esigenze di pedoni e disabili, e al contempo consenta ai ciclisti di trovare agevolmente un posto dove lasciare il proprio mezzo. Inivitiamo quindi il comandante Bartolini a sedersi ad un tavolo con gli assessori Cioni e Del Lungo, i tecnici e le associazioni dei ciclisti, per trovare una soluzione condivisa, realizzabile in poco tempo e con costi sostenibili.


Precedenti notizie collegate - tutta la storia:

domenica 19 ottobre 2008
Cioni bacchetta Bartolini

sabato 18 ottobre 2008
Del Lungo prende posizione contro le rimozioni di biciclette

domenica 5 ottobre 2008
sospese le rimozioni!

sabato 4 ottobre 2008
Sesto: rastrelliere e noleggio bici

martedì 30 settembre 2008
Controradio in diretta da piazza de' BiCiompi

lunedì 29 settembre 2008
le scampanellate dei BiCiompi sulla stampa

sabato 27 settembre 2008
I ciclisti in piazza per dire no alle rimozioni selvagge di biciclette

mercoledì 24 settembre 2008
Manifestazione di sabato: dacci una mano!

martedì 23 settembre 2008
razzìa di bici: vasta risonanza

martedì 23 settembre 2008
27 settembre
manifestazione contro le rimozioni selvagge di biciclette

lunedì 22 settembre 2008
22 settembre: i vigili premiano i ciclisti con le rimozioni di bici!!!

domenica 21 settembre 2008
Rimozioni bici p.za Ciompi

 


Vai all'elenco dei comunicati

Richiedi di ricevere i comunicati per posta elettronica

 

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved