La ciclabile impattante




L’auspicabile e benemerita ciclabile tirrenica a volte solleva problemi che, visti da qui, sembrano incredibili.
Stavolta c’è stata la presa di posizione di un’associazione ambientalista che ha inviato un comunicato per difendere una parte della macchia mediterranea di Punta Ala dalla ciclabile tirrenica, invitando a farla passare all’esterno. L’associazione la definisce “un’autostrada per biciclette” fortemente impattante. Io non conosco i progetti, ma non credo che una striscia sterrata (o anche asfaltata), che immagino larga al massimo tre metri e percorsa da biciclette possa essere definita “autostrada per biciclette” né fortemente impattante. Con questo, fatte le debite valutazioni (e visto il progetto) non avrei problemi ad accogliere un percorso alternativo, sempre che sia ciclisticamente adeguato, altrimenti sono soldi buttati.
L’ex Assessore di Castiglione della Pescaia ha spiegato poi la scelta: la pista passerà su una via storica già attualmente percorribile.
Perché le ciclabili creano sempre problemi? Stando a quanto dichiarato dall’Assessore Ceccarelli, la parte toscana sarà percorribile dal 2023.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved