Ma mi faccia il piacere 32



Sembra proprio che una “Sindrome di Tafazzi” coinvolga spesso l'Amministrazione.
Pure quando si potrebbe intravedere un piccolo successo come l'inaugurazione della seconda linea della tramvia (anche se un anno dopo quanto solennemente giurato, e anche se i lavori sono durati oltre il doppio dei “1000 giorni di cantieri” promessi dalla passata gestione) ecco spuntare l'ideona che trasforma la soddisfazione popolare in nervosismo populista: far pagare 4,50 euro il biglietto della tramvia per arrivare in aeroporto. Appena la notizia è spuntata sui giornali, non c'è stata alcuna smentita, ma è stato affermato che di questa eventualità se ne parlerà dopo le elezioni, “per non dare adito a strumentalizzazioni”.
Bizzarro, no? Per attraversare la strada a bordo della tramvia si spendono 3 euro in più, così, per il disturbo. Ti dicono che in tantissime città nel mondo è già così... e che razza di giustificazione è? Quelle stesse città hanno spesso l'aeroporto lontano chilometri e chilometri, come si fa a paragonarle? Già oggi con il servizio “volainbus” la tariffa più cara mi pare un'esagerazione, ma in questo caso è una corsa speciale.
C'è un servizio pubblico e si paga per il servizio: posso prendere l'autobus a Fiesole e arrivare fino a Malmantile con un biglietto urbano (1,50 euro), e invece per andare in aeroporto con i mezzi dello stesso servizio pubblico, magari anche con una sola fermata, devo pagarne 4,50? Una famiglia di quattro persone dovrebbe spendere 18 euro, sola andata?
E' un eccellente biglietto da visita per la città: appena sbarcati in aeroporto comincia subito la “cura” dei visitatori.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved