I nodi e il pettine



Gira e rigira, ci siamo arrivati: la navetta che collega la stazione di Pisa all'aeroporto ha i conti che non tornano. I passeggeri che la usano sono meno del previsto, così come sono pochi gli utilizzatori del parcheggio scambiatore collegato alla navetta.
Se si riguardano le puntate precedenti, potremo ricordare che il treno arrivava già all'aeroporto, a volte direttamente da Firenze. Invece no, il treno che arrivava direttamente in aeroporto non sembrava “cool” o, per dirla come si fa dalle nostre parti, non era abbastanza ganzo.
Qualche mese fa è stata ingaggiata una lotta con le compagnie di bus che collegano Firenze con l'aeroporto per obbligarle a lasciare i passeggeri alla fermata della navetta, adducendo motivi di “natura ambientale” e costringendoli a comprare un altro biglietto per arrivare all'aeroporto.
Non è che io sia contrario in assoluto a questa navetta, ma se, per fare un esempio, l'ultimo volo arriva a Pisa alle 23.50 mentre l'ultimo treno per Firenze parte alle 22.30, a che serve una navetta che porta fino alla stazione, tra l'altro fino alle 1.30? Se gli orari ferroviari non si armonizzano con quelli dell'aeroporto è tutto inutile... così come non è possibile collegare Firenze con Pisa con treni dove non c'è spazio per i famosi “bagagli a mano” che ogni utilizzatore di treno-navetta-aereo si porta con sé.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved