Pericolo di morte


Ho ancora negli occhi le immagini terribili dell'incidente che ha coinvolto un'autocisterna e ha causato sei morti. Sembra che la colpa sia dovuta alla distrazione del camionista che ha provocato il tamponamento. Le merci che acquistiamo ogni giorno arrivano nei negozi e nei supermercati su camion, e questi circolano in lungo e largo sulle strade e autostrade italiane. Circolano anche merci infiammabili, esplosive, velenose, corrosive, tossiche, e anche spostandole su ferrovia, come ci insegna la tragedia di Viareggio, non dà lo stesso la certezza della sicurezza.
Se però il trasporto ferroviario è più sicuro, su quello stradale è necessario lavorare molto di più.
C'è da ricordare che già il giorno prima, in Puglia, sono morte 4 persone in un altro incidente, e proprio qui, tra Sesto e Firenze ci sono stati altri due morti.
Secondo il presidente dell'Asaps la sicurezza stradale è in fondo all'agenda politica: la riforma del Codice della strada è (e rimarrà) bloccata, mentre diminuiscono i controlli sulle strade e le apparecchiature che potrebbero dare una mano (autovelox, tutor, etilometri) sono messe continuamente in discussione contestando non i dati registrati ma l'assenza di cartelli, come se chi guida avesse un bisogno continuo della minaccia di una multa per viaggiare secondo le regole.
Mi piacerebbe chiedere ai prossimi candidati al Parlamento se e quanto hanno a cuore la sicurezza stradale... e mi vedo già qualcuno che proporrà, ancora, il casco obbligatorio per i ciclisti.
Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved