Un anno vissuto ciclicamente


Ho cercato di fare un bilancio dell'anno che si sta chiudendo in queste ore, dal punto di vista della ciclabilità e di quello che le ruota intorno. Insomma, ho provato a fare un po' di esercizio per non dimenticare quello che è avvenuto.

Gennaio

Viene annullata la Parigi-Dakar. La gara che a mio avviso ha lanciato la moda delle auto fuoristrada non si tiene per paura di attentati. E' il segno dei tempi che cambiano, con il petrolio che aumenta di prezzo. Ci sarà nel 2009?

Febbraio

Il 17 si tiene il referendum sulla tramvia cittadina. Vota circa il 40% degli aventi diritto, e la maggioranza vota contro. Qualcuno cerca di trascinare dalla sua parte gli astenuti, rasentando il ridicolo.

Marzo

Si comincia a manifestare la crisi del petrolio: aumenta il numero di chi si muove a piedi, in bici e coi mezzi pubblici a causa dell'aumento dei prezzi della benzina.

Aprile

Per rendere più fruibile la chiusura del centro notturna, viene istituito un trenino che collega i parcheggi intorno al centro. Ma se si è abbastanza riposati da andare in giro alle tre di mattina, si potrebbero fare anche dieci minuti di passeggiata, no?

Maggio

Si viene a scoprire che alcune centinaia di sconosciuti cittadini sono interlocutori “privilegiati” dei vigili urbani. E allora a che servono le nostre e altrui segnalazioni?

Giugno

Si parla dell'uso dei militari nelle città, così mi aspetto da un momento all'altro di vedere i carristi sui viali a rallentare il traffico.

Luglio

Il petrolio arriva quasi a 150 dollari al barile, scene di isteria generale e benzina alle stelle. Poi il prezzo del petrolio si abbassa, mentre quello della benzina lo farà con comodo.

Agosto

Entra in vigore il “manuale di buona creanza”. Tra l'altro è vietato mangiare in modo indecente e stendere i panni.

Settembre

Si parla ancora di nuovo stadio a Castello. Viene presentato un grande progetto con un piccolo inconveniente: tutto il complesso è grande, grosso modo, quanto il parco che dovrebbe sorgere nella stessa area. Sono promessi migliaia di posti bici, e in effetti le installazioni fioccano.

Ottobre

Negli Stati Uniti le maggiori aziende automobilistiche sono ad un passo dal fallimento. Che sia un segno della fine del mondo?

Novembre

Esplode il caso “Castello”, intercettazioni imbarazzanti, dimissioni date e richieste, insomma un gran caos sotto il cielo cittadino. E siamo ancora in attesa di vedere la fine.

Dicembre

Per chiudere l'anno, sono annunciati 11 nuovi chilometri di piste ciclabili, di cui 10 alle Cascine e sul viale dei Colli al piazzale Michelangelo: forse non era una necessità prioritaria?


Auguro a tutti noi un anno molto più ciclabile, respirabile e sopportabile: se così sarà, avremo un anno gentile con tutti. Anche per chi va col gippone.


Torna indietro

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Segreteria telefonica: 055 5357637

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved