Il BLOG di FIAB Firenze Ciclabile

 Post precedenti 

Largo ai giovani 4

Come si dice oggi, sono tanti i rosiconi che dopo il successo globale della marcia contro il cambiamento climatico messo su da una ragazzina cercano di minimizzare o, meglio, ignorare.Quella di venerdì scorso voleva essere una sveglia nei confronti degli adulti, di chi dovrà convivere con un modo sempre più inospitale verso chi traccheggia di fronte all’emergenza.Sono anni che parliamo di cambiamento climatico, di modifiche allo stile di vita, di energie alternative e così via.I ragazzi di vener ...

Continua a leggere...

Sartoria comunale

Passano gli anni, passano i sindaci e gli assessori, ma la parola d’ordine è sempre la stessa: ricucire.Che cosa? Il Gonfalone? La bandiera che garrisce a Palazzo Vecchio? La divisa di qualche vigile? No: a Firenze si ricuciono le piste ciclabili, attività benemerita per collegare e rendere continuo il patchwork ciclabile che abbonda in città. Tutti si rendono conto che è necessario, e tutti vogliono ricucire, collegare, unire. Nei fatti cosa succede? Provate a pensare. Ci sono voluti letteralme ...

Continua a leggere...

Un grande avvio

Non so se oggi sia ancora così, ma la scritta celebrativa della tramvia al capolinea di piazza dell’Unità italiana era un po’ “sbertucciata” già nei giorni dell’inaugurazione della linea 2.Con una linea nuova nuova vedere quelle lettere ciondolanti non faceva un gran bell’effetto…era proprio necessaria la scritta finto-rugginosa? Già mi devo giubbotti, borse e zainetti impigliati nelle lettere: è il design, bellezza.

Continua a leggere...

Largo ai giovani 3

Grazie alla mobilitazione di migliaia di giovani in tutto il mondo, domani ci sarà il “climate strike”, lo sciopero per il clima, nato dall’iniziativa di Greta, la ragazza svedese che un anno e mezzo fa ha iniziato la sua protesta facendo per giorni un sit-in davanti al parlamento svedese per spronare la politica a fare di più contro i cambiamenti climatici.Mentre la generazione degli adulti si gingilla sui social raccontando banalità quotidiane, i “millennials” rischiano concretamente di essere ...

Continua a leggere...

Il cialtrone sgomma sempre due volte 75

Con l’arrivo della bella stagione in tanti tirano fuori la bici dalla cantina, ma i ciclisti moderni (!) ricominciano a usare la bici condivisa. Una parte di questi condivide la propria cialtronaggine parcheggiandola in modo demenziale: sui marciapiedi, sugli attraversamenti pedonali e così via.Prima che questo giochino partisse feci una modesta obiezione dicendo che in città i posti per lasciare le bici erano veramente pochini. C’è quindi da tirare un sospiro di sollievo quando le vedi lasciate ...

Continua a leggere...

Beato me

Incontro degli amici e vedendomi in bici mi dicono quasi sempre “Adesso non ti lamenterai mica che che mancano le piste ciclabili...”. Quante volte capita anche a voi?La risposta che do sempre è “Dipende”, e faccio un elenco di sciocchezze di cui sono disseminate le piste cittadine, vecchie e, purtroppo, nuove.E’ curioso come il non ciclista veda un cartello di ciclabile o una striscia rossa e pensi subito di essere ad Amsterdam. Io guardo il cartello e la striscia, e a volte sono costretto ad e ...

Continua a leggere...

Due pesi

Non c’è molto da dire: un maturo (!) cinquantottenne alla guida di un camion e, ubriaco, sfugge ad un controllo dei vigili urbani, andando ad investire un bambino che stava prendendo un gelato con la famiglia.L’autista è stato “salvato” dal linciaggio e poi arrestato; il bambino, di poco più di un anno, ha perso una gamba ed è ancora in pericolo di vita.Potrebbe essere l’occasione per ascoltare un commento del ministro dell’interno, sempre prontissimo. Purtroppo in questo caso l’investitore era ...

Continua a leggere...

Lo scudo

Era appena partita la limitazione al traffico di un’ampia parte del comune di Milano che ecco piombare tra capo e collo lo “scudo verde”, una sorta di blocco all’accesso delle auto più inquinanti provenienti dal ciorcondario.Lodevoli le motivazioni: ridurre il traffico (si parla del 20%), le PM10 e tutto quello che ne consegue, tutto entro i cinque anni del prossimo (eventuale) mandato.Per mettere insieme questo saranno necessari 120 varchi muniti di telecamere, e visti i tempi necessari per met ...

Continua a leggere...

Rispetto

Tra coloro ai quali nei giorni scorsi il Quirinale ha concesso una onorificenza c’è anche Iacopo Melio, il ragazzo disabile che da anni si batte per avere una maggiore indipendenza per chi è disabile, cominciando dalla sua necessità di dover prendere il treno.Credo sia una battaglia necessaria, soprattutto per sentirsi liberi di poter andare in giro. Anche fuori dalle stazioni è necessaria una maggiore cura nell’organizzazione dell’arredo urbano: marciapiedi, strade e scivoli, fatti in modo che ...

Continua a leggere...

L'importanza di andare contro 3

Chissà cosa avrebbe da dire la stragrande maggioranza di giornalisti e pensatori sul senso unico eccetto bici se solo si rendessero conto che già oggi è possibile.Anche a Firenze: leggende parlano di sensi unici “eccetto bici” in borgo San Lorenzo o viale Segni. Certo, adesso sono spariti anche senza stragi di ciclisti. Buffi i ciclisti, vero? non gli basta farsi schiacciare da chi passa con il rosso o si gingilla col cellulare, adesso vogliono pure il permesso di andare contromano.Io ripeto che ...

Continua a leggere...

 Post precedenti 

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Codice fiscale: 94122650487

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved