Il BLOG di FIAB Firenze Ciclabile

 Post precedenti 

Infiltrati

Il nuovo sottopasso della Fortezza è ancora in garanzia (ha un anno) e già ci sono misteriose infiltrazioni d’acqua che hanno costretto alla momentanea chiusura di una corsia. Qualcuno se la prenderà con i progettisti, qualcuno con i geologi, qualcuno con la sfortuna.Sappiamo che lì sotto c’è acqua e sempre lì, un po’ più in profondità, dovrebbe passare il famigerato tunnel TAV, tornato agli onori (o disonori) delle cronache grazie al nuovo ministro dei trasporti. Altre infiltrazioni in vista? C ...

Continua a leggere...

La solita moda 7

Mentre si dibatte se l'uomo del 2019 avrà il rivoltino sui pantaloni, al ciclista del giugno 2018 si tolgono due rastrelliere per far spazio a due pedane necessarie a qualche evento legato alla moda che sarà.Sono certo di non avere alcun titolo per parlare di moda, ma potrei dire la mia sulla necessità di avere dei posti dove lasciare la bici.Se proprio lo spazio delle rastrelliere serve in maniera essenziale, assoluta e necessaria, basta spostarle temporaneamente poco più in là. Anche i ciclist ...

Continua a leggere...

Il cialtrone sgomma sempre due volte 69

Fa caldo, e questo accentua ancor di più la distanza temporale da quando abbiamo avuto la neve... Pedalando lungo una provinciale ho trovato ancora presenti sul ciglio della strada i sacchi vuoti (di platica) che contenevano il sale anti neve.Sono sciocchezze, ovviamente, ma è poco serio parlare del decoro minacciato e dell'inciviltà dei cittadini che lasciano i rifiuti in giro (e ce ne sono, eccome) quanto è un'istituzione stessa, da sola o in appalto ad una ditta esterna, che dà il pessimo ese ...

Continua a leggere...

L'invasione delle ultrabici

L'invasione dei concertoni nei giorni scorsi (fisica, sonora, di sosta alla bell'e meglio, alcolica) ha fatto diventare Firenze una sorta di “capitale” del rock. In tanti si sono goduti lo spettacolo, i vigili urbani hanno “schermato” gli accessi verso le Cascine (mentre intorno auto e camper venivano piazzati un po' ovunque). A parte questo, mi ha fatto impressione l'enorme distesa delle bici del bike sharing alle Cascine. In centinaia hanno approfittato delle bici a noleggio per arrivare fino ...

Continua a leggere...

Cambia qualcosa? 2

E’ notte, un’auto investe e uccide un ragazzo in bici.L’autista fugge, e con l’aiuto della fidanzata e del fratello pulisce e nasconde l’auto.Leggendo queste due righe una persona normale non può che provare orrore e disgusto, come per quello che è successo una settimana fa in via Canova. Orrore per ciò che è accaduto e disgusto per le persone che hanno perduto ogni umanità e rispetto per il prossimo. Fa differenza conoscere la nazionalità (o l’etnia) di vittime e colpevoli?Il ragazzo investito ...

Continua a leggere...

La solita moda 6

Certo che la moda è un valore per il nostro Paese, crea posti di lavoro, fa esprimere creatività, bellezza e così via… Un paio di volte l’anno ci ritroviamo con un po’ di gente vestita in modo improbabile che va a spasso in centro, le aree pedonali vengono occupate da piante, tappeti, tavoli e divanetti, il traffico impazzisce, le ciclabili appaiono e scompaiono… ma quello che è insopportabile è il carico di traffico che siamo costretti a sopportare, con auto e i furgoni degni del Cartello di Me ...

Continua a leggere...

Cambia qualcosa?

Premetto che i colpevoli dell’uccisione (perché di questo si tratta) del giovane in motorino al semaforo di via Canova dovranno andare nelle patrie galere, secondo quanto deciderà la legge. Non solo: potrebbe aiutare la loro rieducazione, prevista dalla Costituzione, fare qualche anno di assistenza alle vittime di incidenti stradali.Detto questo, mi sembra che della tragedia di domenica scorsa si ponga più l’accento sull’etnia degli arrestati invece che sulla loro condotta omicida. L’enfasi nell ...

Continua a leggere...

Sante parole

Nel fine settimana sono stati ricevuti in Vaticano alcuni dei più importanti dirigenti delle aziende petrolifere mondiali, per un simposio sulla transizione energetica e la cura della “casa comune”.Era aperta al pubblico l'udienza in cui il Papa li ha esortati ad abbandonare i combustibili fossili per andare verso le energie rinnovabili, per rispetto dell'ambiente e. d conseguenza, delle persone: “la civiltà ha bisogno di energia, ma l'uso dell'energia non deve distruggere la civiltà”.Non c'è te ...

Continua a leggere...

Controlli

Durante la notte dello scorso fine settimana una gigantesca operazione della Polizia Stradale ha permesso una copiosa serie di controlli sugli automobilisti che entravano in autostrada in molte regioni italiane.Numeri che fanno paura: su 3950 controlli sono state riscontrate 539 infrazioni, oltre il 13% del totale. Molta enfasi viene data alla scoperta di chi guidava in stato di alterazione (alcol o droga), ritenuti “tra le prime cause di incidenti gravi e mortali”.Non nego che si tratti di comp ...

Continua a leggere...

Partirà, l'hanno detto

E' bastata una “piccola” prova della nuova linea tramviaria per creare ingorghi e caos nella zona via dello Statuto-piazza Dalmazia.Non era difficile capirlo: qualche settimana fa, senza il tram in prova, la situazione mi sembrava già abbastanza esasperata tra semafori e transenne, tanto che piazza Leopoldo era piena di auto bloccate. Ovviamente, oggi lungo il percorso tramviario ci sono ancora i bus che rallentano molto il traffico e, presumibilmente, spariranno con l'avvio della tramvia, ma cr ...

Continua a leggere...

 Post precedenti 

FIAB Firenze

Firenze Ciclabile ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Segreteria telefonica: 055 5357637

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Privacy

Privacy Policy
Cookie Policy

Visita anche...

FIAB
Rivista BC
Bicitalia
Albergabici

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved